Home » News ADR » Solo per l'OUA i dati sulla Mediazione sono negativi

Solo per l'OUA i dati sulla Mediazione sono negativi

Solo per l'OUA i dati sulla Mediazione sono negativi - Mondo Mediazione

Consueta e prevedibile visione negativa espressa dall'OUA , volontariamente sorda alle valutazioni concordamente favorevoli manifestate anche dal Parlamento Europeo, nei confronti della Mediazione



Articolo tratto da Diritto24, visibile direttamente qui.


MEDIACONCILIAZIONE: Oua, i dati dei primi sei mesi certificano il fallimento


Mercoledì 2 Novembre 2011


«I dati sulla mediazione dimostrano che è un fallimento: nella rete di Unioncamere risultano conciliate in sei mesi solo un migliaio di controversie». Lo sottolinea - in una nota - Maurizio de Tilla, presidente dell'Organismo unitario dell'avvocatura che rilancia anche la necessità di «un accordo bipartisan alla Camera per approvare urgentemente la riforma forense, accogliendo alcune modifiche proposte dalla Lega e dalle opposizioni».

«Solo un migliaio di controversie conciliate in sei mesi. Una cifra che si commenta da sola: la media conciliazione obbligatoria è costosa e limita l'accesso alla giustizia - prosegue de Tilla - ed è per queste ragioni, vogliamo ricordare, che è sotto esame della Corte di Giustizia Europea, oltre che della Corte Costituzionale». «Pur rispettando il lavoro dell'Unioncamere non posso non sottolineare che troppi interessi economici - aggiunge il presidente Oua – ruotano attorno a un sistema inefficace e vessatorio per i cittadini: troppe le società di capitali impegnate in questo business. Oggi, molti hanno dimenticato quali fossero le previsioni sul volume di cause civili (circa seicentomila) che avrebbe dovuto intercettare la mediazione e la quantità di riduzione complessiva del contenzioso prevista. Siamo lontani anni luce!»

commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione