Home » News ADR » Regolamento Mediazione: sì dal Consiglio di Stato

Regolamento Mediazione: sì dal Consiglio di Stato

Regolamento Mediazione: sì dal Consiglio di Stato - Mondo Mediazione

Il Consiglio di Stato ha emesso parere positivo alle modifiche che lo schema di Regolamento intende apportare al Decreto 18.10.2010 del Ministero della Giustizia, con l'intento di "irrobustire la professionalità del Mediatore"


Articolo tratto da
ItaliaOggi, visibile direttamente qui.



Regolamento sulla mediazione, sì dal Consiglio di Stato


Mercoledì 22 Giugno 2011
Antonio G. Paladino



Sì del Consiglio di Stato, ma con osservazioni, allo schema di regolamento che intende apportare alcune correzioni al decreto del Ministro della Giustizia 18.10.2010 che ha disciplinato i criteri e le modalità di iscrizione e tenuta del registro degli organismi di mediazione e dell’elenco dei formatori per la mediazione, nonché l’approvazione delle indennità spettanti agli organismi.

Con il parere n.2228/2011, infatti, il Consiglio di Stato ha espresso parere favorevole alle modifiche, segnalando però che, per opportunità, rispetto al testo dello schema, il Ministero dovrebbe recedere dalla previsione di aumentare di un terzo, e non di un quinto, le indennità del mediatore in caso di successo della mediazione. Ciò potrebbe infatti tradursi in un reale aumento dei costi sostenuti dai cittadini per il servizio reso, che mal si concilia con un periodo di crisi economica.

Lo schema di regolamento, per i giudici amministrativi, risolve alcune delle criticità emerse in sede di prima applicazione della disciplina. In particolare, incrementa l’aggiornamento formativo biennale dei mediatori, il supporto amministrativo dell’autorità di vigilanza sugli organismi di mediazione e sugli enti di formazione. In poche parole, nelle more del giudizio di costituzionalità sollevato dal Tar Lazio su alcuni punti del dlgs n.28/2010 (la legge delega in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali) e che non incide sulle modifiche al regolamento in esame, lo schema, a parere del Consiglio, si propone di intervenire con l’intento di “irrobustire la professionalità del mediatore”.

commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione