Home » News ADR » Proposte dell'OUA

Proposte dell'OUA

Proposte dell'OUA - Mondo Mediazione


Processi telematici e no alla Mediazione, definita arbitrariamente in base a chissà quali dati, "fallimentare e incostituzionale"



Articolo tratto da Il Denaro, visibile direttamente qui.



Giustizia, l’Oua illustra le sue proposte: processi telematici, no alla mediazione



Venerdì 7 Ottobre 2011
di Ruggero Rugliaro



Incontro ieri a Roma in occasione della prima delle due giornate di protesta organizzate in tutta Italia


Introduzione in tempi rapidi del processo civile telematico, la diffusione delle prassi positive già applicate con successo in diversi tribunali, come quello di Torino e il reinvestimento di tutto il gettito del contributo unificato nel settore giustizia. Sono alcune delle proposte per ridare efficienza alla giustizia illustrate ieri a Roma dall’Organismo unitario dell’avvocatura (in sigla Oua), in occasione della prima delle due giornate di iniziative in tutta Italia a favore di un riassetto del sistema giudiziario che non penalizzi i cittadini e gli operatori del settore.

GIUDICI LAICI
L’Oua propugna anche l’applicazione selezionata e rigorosa di avvocati come giudici laici e l’introduzione di termini perentori per i giudici.
“È urgente, inoltre – osserva il presidente dell’Oua Maurizio de Tilla – , abolire l’obbligatorietà della media-conciliazione, incostituzionale e non in linea con le direttive europee e implementare, invece, innovativi meccanismi volontari e poco costosi di risoluzione alternativa dei conflitti, nonché riformare la magistratura laica, mi riferisco ai giudici di pace, onorari e così via”.

PICCOLI TRIBUNALI
Secondo l’Oua si tratta di “proposte concrete – come si legge in una nota – per rimettere in moto il Paese, correggendo le storture contenute nell’ultima manovra economica, come la chiusura indiscriminata dei piccoli tribunali: in tal senso è di grande importanza il richiamo del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano”.
E la nota dell’Oua ribadisce la necessità di cambiare “davvero la giustizia civile, senza ricorrere a esperimenti fallimentari e incostituzionali come la media-conciliazione obbligatoria, ma con interventi condivisi come indicati dal ‘Patto per la Giustizia’ e dal ‘Decalogo dell’Oua’ per modernizzare la macchina giudiziaria”.
Infine, un appunto sulle ultime polemiche relative al disegno di legge sulle intercettazioni: gli esponenti dell’Oua “sono contrari alle leggi contro il diritto di informazione e sono pronti a manifestare insieme ai giornalisti”.

commenti (5)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione