Home » News ADR » Pubblicazioni » Non è vero che...tutte le bugie sulla Mediazione civile e commerciale

Non è vero che...tutte le bugie sulla Mediazione civile e commerciale

Non è vero che...tutte le bugie sulla Mediazione civile e commerciale - Mondo Mediazione
L'Associazione Culturale VivInsieme, ci ha inviato un proprio elaborato relativo alla disinformazione compiuta sull'Istituto della Mediazione Civile. Parzialmente rielaborato dal nostro Dottor Salvi, lo pubblichiamo qui di seguito.



La MEDIAZIONE CIVILE
e tutte le bugie raccontate sul suo conto

Il D.Lgs. 28/2010 e il D.M. 180/2010 hanno introdotto e regolamentato il nuovo istituto giuridico della
MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE o, semplicemente, MEDIAZIONE CIVILE.
Lo strumento è finalizzato a risolvere una controversia civile prima che arrivi in tribunale o a porvi fine se è già iniziata.

La mediazione civile può essere facoltativa, demandata dal giudice o obbligatoria. Quest’ultima deve essere attivata prima di agire in giudizio per le materie indicate dalla legge (diritti reali, locazione, comodato, affitto d'azienda, divisioni, successioni ereditarie, responsabilità medica, diffamazione, contratti assicurativi, bancari e finanziari; dal 2012 anche per condominio e danni da circolazione di veicoli e natanti).

Parole chiave:
• mediazione (l’attività svolta da un terzo finalizzata a risolvere una controversia);
• mediatore (il soggetto qualificato che svolge la mediazione);
• organismo di mediazione (l’ente pubblico o privato presso il quale si svolge);
• conciliazione (l’eventuale risultato positivo della mediazione).

Visti gli ottimi risultati già ottenuti all’estero, in Italia si spera possa far diminuire il numero di cause civili e smaltire l’enorme arretrato giudiziario esistente.
Le uniche persone che sono contrarie alla mediazione civile sono quelle che hanno l’interesse, soprattutto
economico, a lasciare la giustizia civile italiana nella grave situazione in cui si trova. Tant’è che esse hanno dato libero sfogo alla fantasia elaborando una serie di falsità e bugie sulle quali è opportuno fare chiarezza.

I TEMPI NON SI ALLUNGANO, SI RIDUCONO
Per legge, il procedimento di mediazione può avere una durata massima di 4 mesi. Quindi, un tempo sufficiente per gestire in modo appropriato una questione e per tentare di risolvere definitivamente la controversia, ma di gran lunga inferiore ai 9 anni di durata media di una causa civile in Italia.

NON VI E’ NESSUNA PRIVATIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA
Il ricorso al tribunale è sempre possibile ma, su alcune materie, soltanto dopo aver fatto un ultimo tentativo per arrivare a una conciliazione: la mediazione civile, appunto, la quale si può svolgere presso organismi di mediazione, sia privati che pubblici, scelti liberamente. Inoltre, il mediatore civile non è un giudice, quindi non stabilisce chi ha ragione e chi ha torto, ma aiuta le parti a trovare una soluzione che sia in grado di soddisfare entrambe.

COSTI CONTENUTI E RIDOTTI
Il compenso del mediatore è proporzionato al valore della lite.
Inoltre grazie all’imposta di credito, per le controversie inferiori a 25.000 €, la Mediazione è gratuita.

GARANZIE, TEMPI E COSTI CERTI
La mediazione civile ha costi stabiliti per legge. I tempi sono garantiti per legge.
Una causa civile ha tempi incerti poichè il primo grado mediamente dura 9 anni, il secondo altrettanti ed infine vi è la Cassazione.
Le garanzie sono poi assolutamente incerte, poichè ottenere giustizia in Italia è alquanto improbabile. In sede di mediazione civile, invece, è altamente probabile che le parti, riattivando i canali comunicativi, possano individuare un compromesso che soddisfi tutti in modo veloce ed economico.

NON È VERO CHE LA MEDIAZIONE CIVILE SI CHIAMI “MEDIA-CONCILIAZIONE”
Il termine “media-conciliazione” è stato inventato da coloro che sono ostili alla riforma per ridicolizzarla e per creare confusione. Infatti, è usato in prevalenza da costoro. Fonti anche molto autorevoli si sono già espresse sull’inesattezza di questo nome e sul fatto che contrasti con le definizioni dettate dalla legge (Guida al Diritto del 7 marzo 2011). Non a caso, il Ministero della Giustizia utilizza soltanto i nomi mediazione civile oppure mediazione civile e commerciale.

Per avere una conferma sui dati qui riportati e per maggiori informazioni riguardanti la mediazione civile,
visitare il sito del Ministero della Giustizia [ www.giustizia.it ]


 

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione