Home » News ADR » Morello (APM): pronti a "conciliarci" con gli avvocati

Morello (APM): pronti a "conciliarci" con gli avvocati

Morello (APM): pronti a "conciliarci" con gli avvocati - Mondo Mediazione

.

Commento di Lorenza Morello, Presidente Nazionale di Avvocati per la Mediazione

.

.

.

.

.

Articolo tratto da Altalex, visibile direttamente qui.

.

.

.

Mediazione, Morello (APM): pronti a ''conciliarci'' con gli avvocati

APM, comunicato del 09/11/12

.

.

.

Venerdì 9 Novembre 2012

.

.

"Come al solito, due pesi due misure" sbotta Lorenza Morello, presidente nazionale di Avvocati per la Mediazione, alla lettura della nota con cui l'organizzazione unitaria degli avvocati critica gli emendamenti pro mediazione presentati il 31 ottobre alla Camera dei deputati.

"Ricordo al Presidente De Tilla che i primi ad avere esultato allo scarno comunicato stampa rilasciato dalla Consulta sono stati proprio gli avvocati, con comunicati stampa trionfalistici, cortei di piazza ed esternazioni -talvolta anche di dubbio gusto- nelle sedi più disparate. Per questo non trovo corrente l'odierna opposizione alle contromisure apportate dalle associazioni dei mediatori, e devo fargli presente che gli emendamenti sono stati presentati il 31 ottobre (e quindi prima della conoscenza delle motivazioni della consulta) perché quello era l'ultimo giorno utile.

Trovo anche singolare parlare di lobby o di interessi economici solo quando si parla di mediazione: anche a concentrarmi, non ricordo di aver mai visto la targa di uno studio di avvocato recante la scritta "ONLUS". Ciò detto" -prosegue Morello- "concordo invece con la necessità di un coordinamento di tutti gli operatori dell'ambito della giustizia, e di una selezione seria e rigorosa di ogni singolo soggetto, specie con riferimento agli improvvisati dell'ultim'ora. Per questo serve un'azione sinergica e coordinata, che metta al bando i qualunquismi e i particolarismi, per la tutela di un interesse diffuso e superiore. Insomma " conclude Morello" con gli avvocati possiamo ipotizzare una mediazione, a patto che si ascoltino le ragioni di tutti e che la mediazione non venga vista come la sorella povera del giudizio ordinario".

(Avvocati per la Mediazione, comunicato 9 novembre 2012)

.

commenti (6)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione