Home » News ADR » Ministero di Giustizia » Ministro Severino alla Commissione Giustizia del Senato

Ministro Severino alla Commissione Giustizia del Senato

Ministro Severino alla Commissione Giustizia del Senato - Mondo Mediazione

Agenzie di Stampa relative alle dichiarazioni del Ministro Paola Severino presente alla riunione della Commissione Giustizia




Agenzia di stampa tratta da Giustizia NewsOnLine, visibile direttamente qui.



Mercoledì 4 Gennaio 2012


Agenzie di Stampa su dichiarazioni Paola Severino a Commissione Giustizia Senato




ZCZC0199/APC
20120104_00199
4 pol gn00

Giustizia/ Avvocati al ministro: Norme spot. Replica: Serve tempo
Severino: "Prima di giudicare attenere completamento sistema"



Roma, 4 gen. (TMNews) - Le rappresentanze degli avvocati (Guido Alpa per il consiglio nazionale forense e Maurizio de Tilla per l'Organismo unitario dell'Avvocatura) hanno criticato duramente il decreto sulla giustizia civile, il ministro Paola Severino si è riservata una risposta a stretto giro di posta, accusandoli di emettere un giudizio prematuro. 
Terreno dello scontro la commissione Giustizia del Senato, dove stamattina si sono svolte le audizioni informali sui provvedimenti varati dal Governo in materia di carceri e giustizia civile. Molto polemico in particolare l'intervento di de Tilla, che ha definito il decreto un provvedimento "spot" è ha parlato di norme "stupide" che non risolvono nulla e non vanno in direzione della crescita economica. "Credo - ha replicato la guardasigilli - che se non si completa tutta l'attività di deflazione del processo civile non si può dire che si tratti di norme spot. Le cose vanno messe alla prova, va completato il sistema, il giudizio va dato alla fine".
Severino ha anche replicato al senatore del Pdl Roberto Centaro, che ha parlato di "incidente" fra Governo e Parlamento per il fatto che il decreto sulla giustizia civile contiene delle disposizioni sul sovraindebitamento che fanno parte di un ddl che è in stato di esame avanzato da parte del Parlamento e ne ha chiesto lo stralcio. "Sono disposta - ha detto il ministro - ad accettare tutte le soluzioni migliorative, non ha importanza la localizzazione delle norme, se in un decreto o in un disegno di legge. L'importante è che le cose si facciano, siano condivise da una maggioranza sostanziale e non solo formale".
Bar
04-GEN-12 15:08



Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione