Home » Mediazione Umanistica

Mediazione Umanistica

Mediazione Umanistica

Articolo tratto da  Eventi di Mediazione Umanistica

 

Che cos’è la Mediazione Umanistica secondo il modello di Jacqueline Morineau

È uno spazio fisico e metafisico che accoglie il disordine, la sofferenza e la separazione.
E’ l’accompagnamento al grido per la ferita subita, alla lotta con sé stessi, un  “rito”  simile all’l’antica tragedia greca, in cui è possibile trasformare un’energia distruttiva in opportunità di crescita, cambiamento, trasformazione.

L’incontro con il bisogno di trasformazione è alla base di ogni conflitto. Riconoscere/scoprire/individuare/nominare parti inaccettabili di noi e dell’altro (crisis), porta ad una maggiore e più profonda conoscenza, unica via per la scoperta di un nuovo incontro, di una nuova relazione possibile partendo solo dall’accettazione profonda della diversità.

La mediazione è un cammino di vita, di incontro con sé stesso e con l’altro ad un livello di verità e di spiritualità, che riconosce e restituisce alla persona la sua dignità nella dimensione dei valori universali più elevati.

 

Lo Spirito della Mediazione Umanistica Morineau

Lo Spirito della Mediazione, fine ultimo a cui tende il mediatore, è il dono per la trasformazione del conflitto in vita, è quel soffio che, partendo dall’atteggiamento di ascolto, si esprime attraverso la presenza anche silenziosa del mediatore.

E’ la ricerca di uno spazio di umiltà necessario per condividere la lotta di essere.

E’ la fonte viva alla quale attingere per vivere la guarigione della propria anima e proporla come dono di unione.

Per “spirito della mediazione” si intende quel “saper essere” e quel “saper fare” nel quotidiano che permette di vivere in modo autentico con sé stesso e insieme all’altro, nel rispetto delle reciproche differenze e nella consapevolezza del reciproco dono, con l’umiltà dell’Umanità.

Spirito della Mediazione è l’abitudine all’ascolto, all’accoglienza, a stare nel silenzio senza averne paura sapendo che solo qui, nel silenzio, possono essere accolte parole di solitudine, dolore, paura, rabbia, sussurrate o urlate, che non hanno ascolto in altri spazi, rifiutate o negate, che attendono solo orecchie e cuore che le accolgano.

E lo spirito della mediazione accoglie e restituisce spazio, respiro, riconoscimento, dignità, pace. Da uomini ad altri uomini.

In questa accezione lo spirito della mediazione concorre alla trasformazione della società proponendo una nuova visione dell’Uomo ed alla costruzione di una cultura di Pace.

Notizie sulla Mediazione Umanistica

Notizie sulla Mediazione Umanistica - Mondo Mediazione

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione