Home » News ADR » Mediazione Tributaria al via per le liti fino a 20mila euro

Mediazione Tributaria al via per le liti fino a 20mila euro

Mediazione Tributaria al via per le liti fino a 20mila euro - Mondo Mediazione

.

Da Aprile il nuovo strumento per il contenzioso fiscale. Il 17 Aprile Agenzia delle Entrate e e Commercialisti a convegno.

.

.

.

.

.

Articolo tratto da L'Arena, visibile direttamente qui.

.

.

.

Mediazione tributaria al via per le liti fino a 20mila euro

.

.

.

Sabato 31 Marzo 2012

.

.

Dopo la mediazione civile, fa il suo ingresso tra i rimedi per ridurre il contenzioso, la mediazione tributaria. Una nuova possibilità di dialogo tra ente esattoriale e contribuenti, che consentirà sia di evitare le lungaggini di un contenzioso vero e proprio, sia di beneficiare della riduzione del 40% sulle sanzioni. Il nuovo istituto sarà applicabile da aprile per contestare gli atti notificati dall'Agenzia delle entrate a partire dal primo del mese, e per le liti fino a 20mila euro. In Italia, «le liti che potenzialmente si potranno chiudere con il nuovo istituto, senza defatiganti contenziosi, sono più di 110 mila, il 66% del contenzioso», ha annunciato il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, nel presentare le linee guida della mediazione. «A differenza di altri istituti deflattivi del contenzioso», ha poi spiegato in una circolare, «la mediazione tributaria ha carattere generale, in quanto opera per tutti gli atti impugnabili emessi dall'Agenzia delle entrate; e obbligatorio, in quanto il contribuente che intende proporre ricorso deve presentare preventivamente l'istanza di mediazione, pena l'inammissibilità del ricorso stesso». Dalla mediazione tributaria si attendono effetti positivi anche per i contribuenti veneti. «Non solo ridurre le sanzioni, ma anche i tempi di attesa per i contribuenti», spiega Silvia Zenati, commercialista e avvocato esperto tributarista, «Le commissioni tributarie avranno in carico meno controversie e potranno dedicare più tempo e attenzione a cause di maggior valore ma soprattutto fare fronte con più celerità a controversie caratterizzate da atti impositivi immediatamente esecutivi, visto il nuovo regime previsto per gli atti di accertamento emessi dal primo ottobre 2011». Nel 2011, i ricorsi fino a 20mila euro presentati alle Commissioni Tributarie Provinciali del Veneto sono stati 4.660 (59,2% del totale). «Da aprile, il nuovo istituto potrebbe ridurre il contenzioso regionale di circa il 60%: va detto che il reclamo è applicabile ai soli atti emessi dall'Agenzia delle entrate, tagliando fuori dal procedimento tutti gli atti emessi da un ente impositore diverso, che rappresentano il 38,61% dei casi in cui si ricorre", sottolinea Zenati, che evidenzia un'anomalia: «Diversamente da quanto sarebbe stato ragionevole attendersi, la norma non prevede l'esclusione del procedimento di accertamento con adesione per gli atti suscettibili di reclamo», istituto preesistente alla mediazione ma facoltativo, «si viene così a creare una ulteriore fase stragiudiziale "supplementare", anche successiva all'accertamento con adesione non positivamente concluso, nella quale sarà ancora possibile definire la controversia evitando il contenzioso». Prima di adire le commissioni tributarie, il contribuente dovrà presentare istanza di reclamo all'Agenzia entro 60 giorni dalla notifica dell'atto o dell'avviso di accertamento. Se l'istanza non sarà accolta, l'Agenzia formulerà una proposta di mediazione che il contribuente potrà sottoscrivere entro 90 giorni, ottenendo una riduzione del 40% delle sanzioni, sia nell'ipotesi di rideterminazione della pretesa, sia nel caso di conferma integrale del tributo contestato. Diversamente si aprirà la via del contenzioso con il ricorso alla Commissione tributaria. Per diffondere la conoscenza dell'istituto, la direzione regiornale dell'Agenzia delle entrate ha organizzato un ciclo di convegni in collaborazione con l'Ordine regionale dei commercialisti, A Verona l'appuntamento è il 17 aprile alle 14.30 all'Unicredit in via Garibaldi.F.S.

.

commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione