Home » News ADR » Mediazione tributaria

Mediazione tributaria

Mediazione tributaria - Mondo Mediazione

.

.

Le novità nel Maxiemendamento alla "Legge di Stabilità 2014"

.

.

.

.

.

Articolo tratto da Fisco e Tasse, visibile direttamente qui.

.

.

.

Mediazione tributaria: le novità nel Maxiemendamento alla "Legge di Stabilità 2014"

di Mirco Gazzera

.

.

.

Giovedì 28 Novembre 2013

.

.

Un articolo contenuto nel maxiemendamento alla “Legge di stabilità 2014”, approvato il 26.11.2013 dal Senato, prevede delle importantinovità all’istituto della mediazione tributaria. La presentazione del reclamo per le controversie tributarie non sarà più condizione di inammissibilità dell’impugnazione, ma di procedibilità del ricorso.Sono previste, inoltre, alcune ulteriori modifiche in tema di contributi previdenziali e riscossione.

 

La disciplina attuale sull’inammissibilità del ricorso soggetto a reclamo/mediazione tributaria (art. 17 bisD. Lgs. n. 546/1992)

La disciplina vigente prevede che “la presentazione del reclamo è condizione di ammissibilità del ricorso. L’inammissibilità è rilevabile d’ufficio in ogni stato e grado”. La grave “sanzione processuale” appena descritta ha già comportato alcuni rinvii alla Corte Costituzionale da parte delle Commissioni Tributarie. Nel diritto processuale, infatti, il mancato espletamento di un adempimento preliminare impedisce temporaneamente la prosecuzione della fase processuale, ma non compromette normalmente la difesa della parte. L’attuale formulazione dell’articolo 17 bis, al contrario, prevede che il mancato esperimento del procedimento di mediazione renda inammissibile il ricorso. Nella maggior parte dei casi tale situazione rende definitivo l’accertamento, in quanto i termini per la presentazione di un nuovo ricorso sono normalmente già spirati.

 

Le modifiche inserite nel maxiemendamento alla “Legge di stabilità”

Mediazione tributaria come condizione di procedibilità del processo tributario

La prima modifica alla disciplina vigente è certamente quella di maggiore rilievo. Viene previsto, infatti, che la presentazione del reclamo è condizione di procedibilità del ricorso rilevabile dall’Agenzia delle Entrate e non più di ammissibilità. Tale modifica, se confermata in sede di approvazione della “Legge di stabilità”, comporterà che il mancato rispetto del procedimento di mediazione impedirà temporaneamente la prosecuzione del processo tributario, sino all’esperimento del tentativo di mediazione. Il contribuente, però, non vedrà compromessa la sua situazione processuale come nella disciplina vigente.

Estensione ai contributi previdenziali

Il maxiemendamento alla “Legge di stabilità” prevede, inoltre, che l’esito positivo della mediazione tributaria produrrà effetto anche con riferimento ai contributi previdenziali e assistenziali calcolati in base al reddito. La citata estensione della definizione in sede tributaria all’ambito previdenziale è già prevista, attualmente, per l’accertamento con adesione.

Sospensione della riscossione nel corso della mediazione

Viene prevista, infine, la sospensione della riscossione sino alla scadenza dei termini per la costituzione in giudizio. La citata modifica appare assolutamente opportuna per coordinare la disciplina della mediazione tributaria con quella degli accertamenti esecutivi (c.d. “impoesattivi”). Nella disciplina vigente, infatti, il termine per il pagamento di un terzo delle imposte dovute (c.d. riscossione frazionata in pendenza di giudizio) non è interrotto dalla presentazione del reclamo. Il contribuente, di conseguenza, non trova “copertura” per il periodo di tempo che intercorre fra la notifica del ricorso e del reclamo all’Agenzia delle Entrate e la successiva eventuale sospensione giudiziale concessa dalla commissione tributaria dopo la costituzione in giudizio.

Decorrenza delle modifiche

Le modifiche dell’articolo 17 bis, sarebbero applicabili solo per gli atti notificati a decorrere dal sessantesimo giorno successivo all’entrata in vigore della “Legge di stabilità”. La disciplina attuale rimarebbe, pertanto, applicabile ai processi tributari instaurati precedentemente.

.

commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione