Home » Mediazione Penale

Mediazione Penale

Introduzione alla Mediazione Penale

Articolo tratto da L'Altro Diritto

 

La mediazione penale rappresenta una tecnica operativa, un dispositivo per l'applicazione e inveramento del paradigma della Giustizia riparativa. Con quest'ultima espressione si vuole indicare, a massimo livello di astrazione, un modello di analisi e intervento sul reato, inteso come formalizzazione giuridica di uno specifico micro conflitto sociale, caratterizzato dal ricorso a strumenti che promuovono la riconciliazione tra i soggetti confliggenti (imputato e p.o.), la riparazione simbolica e/o materiale delle conseguenze negative del conflitto, nonché il rafforzamento del senso di sicurezza collettiva.

Il reato non è più considerato come un'offesa commessa contro la società in astratto, o come un comportamento che incrina l'ordine costituito - e che richiede una pena da espiare - bensì come la parte emergente e giuridicamente rilevante di una più complessa (e critica) relazione sociale, che, nel suo deteriorarsi per i fattori più vari, può provocare privazioni, sofferenza, dolore a persone in carne ed ossa e che richiede principalmente l'attivazione di forme di dialogo, di riparazione e riconciliazione legate a quella specifica e irripetibile situazione di conflitto.

Alcuni studiosi vedono nella Giustizia riparativa un paradigma di giustizia penale: accanto a Retribuzione e Rieducazione, la Giustizia riparativa appunto. Tale lettura appare fortemente riduttiva e per molti versi fuorviante. La Giustizia riparativa non è giustizia penale, è un'altra prospettiva di analisi e di intervento, dotata di criteri di razionalità suoi propri, la cui strada in certi punti incrocia la giustizia penale, senza confondersi tuttavia con essa.

La Giustizia riparativa, infatti, non si amministra attraverso il processo, non conosce sostanzialmente i ruoli cristallizzati del diritto, soprattutto non conosce la pena, al contrario cerca di superare la logica dell'accertamento della verità, della distinzione tra vincitori e vinti, del castigo, muovendo prima di tutto da una lettura relazionale del fenomeno criminoso, inteso primariamente come espressione giuridica di un conflitto che provoca la rottura di aspettative condivise.

La Giustizia riparativa è dunque un nuovo vocabolario per pensare il reato e le sue conseguenze, che decostruisce dialogicamente i ruoli delle parti, che offre nuove parole per pensare e concettualizzare il conflitto.

Per dirla metaforicamente, Giustizia penale e Giustizia riparativa, oppure giurista e operatore della GR, guardano nella stessa direzione ma vedono cose diverse: da una parte il reato dall'altra il conflitto, da una parte il processo, l'accertamento della verità, l'allocazione della responsabilità, eventualmente la pena, dall'altra l'iter di mediazione, il lavoro di riconciliazione, la riparazione.

Attualmente L'altro diritto gestisce gli uffici di mediazione penale presso i giudici di pace di Firenze e Pontassieve (dal 2004 e dunque seconda esperienza del genere in Italia), Prato e Pisa (dal 2009), nonché l'Ufficio di Mediazione penale Minorile di Firenze (n collaborazione con Co&So).

Novità di Mediazione Penale

Novità di Mediazione Penale - Mondo Mediazione

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione