Home » News ADR » Mediazione obbligatoria: le prime statistiche

Mediazione obbligatoria: le prime statistiche

Mediazione obbligatoria: le prime statistiche - Mondo Mediazione

.

Ad un anno dall'introduzione dell'obbligatorietà della mediazione civile, il Ministero della Giustizia ha pubblicato una rilevazione statistica aggiornata a fine marzo 2012

.

.

.

.

.

articolo tratto da Unione Consulenti , visibile direttamente qui.

.

.

.

Mediazione Obbligatoria: le prime statistiche

.

.

.

Venerdì 18 Maggio 2012

.

.

Introdotta dal Decreto legislativo n.28/2010, “Attuazione dell'articolo 60 della legge 18 giugno 2009, n. 69, in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali”, con l’obiettivo di disincentivare il ricorso in tribunale e ridurre progressivamente l’arretrato che grava sul sistema giustizia, dal 21 marzo 2011 la mediazione è obbligatoria per molti tipi di controversie: 

- diritti reali (distanze nelle costruzioni, usufrutto e servitù di passaggio ecc.) 
- divisione 
- successioni ereditarie 
- patti di famiglia 
- locazione 
- comodato 
- affitto di aziende 
- risarcimento danni da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, 
- contratti assicurativi, bancari e finanziari 

L’obbligatorietà è stata invece differita al 20 marzo 2012 per le controversie in materia di condominio e risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, per consentire un avvio graduale del meccanismo. La statistica mostra che sono stati 91.690 i casi di controversie per i quali si è tentata la mediazione. Tra questi 59.293 sono arrivati a definizione e 33.139 sono pendenti. 

Negli ambiti introdotti a marzo 2012 la crescita del ricorso alla mediazione, nei soli 10 giorni rilevati da quando è diventata obbligatoria, è stata del 286% per i condomini e del 644% per l'Rc auto. Tra le mediazioni definite, l’aderente, cioè la parte chiamata a tentare la composizione stragiudiziale, è comparso solo nel 35% dei casi, e tra questi nel 48% e' stato raggiunto l'accordo. Quanto alla distribuzione per aree geografiche, risulta così distribuita: Centro 26,7% Sud 25,5% Nord Ovest 19,6% Nord Est 17,7% Isole 10,5% . 

Articolo tratto dal sito del Governo Italiano

www.governo.it

.

commenti (1)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione