Home » News ADR » Mediazione Civile in Italia: un'evoluzione normativa senza tregua

Mediazione Civile in Italia: un'evoluzione normativa senza tregua

Mediazione Civile in Italia: un'evoluzione normativa senza tregua - Mondo Mediazione


Analisi complessiva della Mediazione Civile in Italia del Prof. Luca Possieri



Estratto di un articolo tratto dal Blog di Luca Possieri, già pubblicato su academia.edu e visibile direttamente qui.



La mediazione civile in Italia: Un’evoluzione normativa senza tregua.


Prof. Luca Possieri *
Giovedì 24 Novembre 2011



Il 2010 è stato senz’altro l’anno che ha visto nascere in Italia la prima grande disciplina organica in materia di Mediazione Civile, con l’adozione del D.lgs. 28/2010 ed il D.M. 180/2010, i due pilastri normativi che, facendo tesoro dell’esperienza passata nel settore e della strada tracciata dalla direttiva comunitaria 52/2008, hanno segnato un punto di svolta in questo importante e strategico settore. Il 2011 sarà invece ricordato probabilmente come l’anno “sperimentale” della disciplina in oggetto, con l’entrata in vigore della obbligatorietà del procedimento su alcune materie ( per le quali  l’esperimento del tentativo di mediazione è condizione di procedibilità in giudizio) e con l’adozione di ulteriori aggiustamenti normativi ad un settore che, probabilmente, continuerà la sua vorticosa evoluzione, man mano che diventa strumento ordinario di composizione delle controversie.
Se i dati evidenziati precedentemente dipingono un quadro con luci ed ombre,il futuro della mediazione civile nel nostro Paese sembra delinearsi decisamente più roseo, in una direzione oseremmo dire ineludibile e necessaria, strumento indispensabile per far fronte ai numeri drammatici della giustizia civile , ma anche grande occasione per un passo di civiltà nei rapporti economici e sociali.
Un cammino ancora lungo, però, se si considerano le forti opposizioni che i provvedimenti in questione hanno sollevato presso alcuni operatori del settore, tra cui, in primis, una parte dell’avvocatura. Vale la pena ricordare che il Tar del Lazio, , chiamato a pronunciarsi sul Decreto Ministeriale n. 180/2010, dichiara, con Ordinanza del 12 aprile 2011, n. 3202, non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale avanzata su alcune parti del D.Lgs. n. 28/2010 ed invia il testo alla Corte Costituzionale. I dubbi di legittimità costituzionale fanno fondamentalmente riferimento a due punti: l’eccesso di delega in riferimento alla legge n. 69/2009 (art. 72 Cost.) ed il principio di accesso alla giustizia (art. 24 Cost.).

..........................................................
l'articolo è disponibile nella sua interezza e in formato PDF nella sezione Dispense della Biblioteca di MondoMediazione

*
LUCA POSSIERIDocente discipline giuridico – economiche. Formatore accreditato presso il Ministero della Giustizia per i corsi di Formazione per mediatori. Mediatore civile associato AMCI Associazione Mediatori e Conciliatori Italiani. Già docente dell’Università di Perugia, materia di Organizzazione Aziendale laurea specialistica in Comunicazione Sociale e Pubblicitaria, è stato docente anche per le materie di Politica Economica, Tecnica Industriale e Commerciale, Economia e Gestione delle Imprese presso L’università per Stranieri di Perugia. Formatore in diversi corsi di formazione professionali comunitari per le materie di Economia Politica, Tecnica Industriale e Marketing, è stato docente di Organizzazione Aziendale anche nei corsi di professionalizzazione Terza Area presso Istituti Superiori. Già Coordinatore Didattico dei tutor online dell’Università eCampus, insegna al master universitario in Alternative Dispute Resolution presso l’università eCampus e svolge attività di consulente aziendale.

commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione