Home » News ADR » Mediazione: accordo CNDCEC e UCOI

Mediazione: accordo CNDCEC e UCOI

Mediazione: accordo CNDCEC e UCOI - Mondo Mediazione

Definito un accordo tra il Consiglio Nazionale dei Commercialisti e l'Unione dei Consoli Onorari

Articolo tratto da
Eutekne il quotidiano del commercialista visibile direttamente qui.



Mediazione: siglato accordo tra CNDCEC e Consoli onorari


Il Consiglio nazionale assisterà i Consolati sul territorio italiano, mentre l’U.C.O.I. incentiverà il ricorso alla Fondazione ADR commercialisti

Giovedì 16 Giugno 2011
Redazione


In materia di mediazione civile internazionale, l’Unione dei Consoli onorari (U.C.O.I) in Italia si avvarrà dell’assistenza della Fondazione ADR commercialisti.

Lo prevede il protocollo d’intesa siglato ieri da Margherita Costa, presidente dell’Unione, rappresentata dal segretario generale dell’U.C.O.I., Michele Di Gianni, Claudio Siciliotti, presidente del CNDCEC e Felice Ruscetta, consigliere del CNDCEC con delega alle funzioni giudiziarie e presidente della Fondazione ADR commercialisti. Il protocollo nasce dalla necessità di creare un coordinamento a livello di Stato nell’attività di mediazione, in particolare tra i Paesi europei.

In base all’accordo, il Consiglio nazionale, tramite la sua Fondazione, s’impegna ad assistere i Consolati presenti sul territorio italiano in tutte le materie e secondo le modalità previste dalle nuove norme sulla mediazione civile, in vigore dal 20 marzo scorso.
Dal canto suo, l’U.C.O.I. diffonderà e incentiverà il ricorso alla Fondazione, che metterà in atto un piano organico di informazione sulla mediazione.
L’obiettivo del protocollo è l’applicazione di uno strumento la cui efficacia è riconosciuta a livello giuridico internazionale.
 
La mediazione internazionale – recita il comunicato stampa congiunto diramato ieri – è disciplinata dalla Direttiva 2008/52/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 maggio 2008, che trova applicazione in Italia con il DLgs. n. 28/2010. Sin dal 1984, la Commissione Europea ha proposto al Parlamento Europeo una direttiva che avesse come obiettivo quello di mantenere e sviluppare uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia nel quale fosse garantita la libera circolazione delle persone fisiche e giuridiche al fine del corretto funzionamento del mercato, attraverso l’istituzione di organismi giuridici a cui potersi rivolgere per la protezione dei diritti disponibili e la composizione dei conflitti tra soggetti privati, ossia proprio con la mediazione civile commerciale.
 
Allegato: il comunicato stampa del CNDCEC
commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione