Home » News ADR » Mediazione: a Napoli, intesa tra gli Ordini dei Commercialisti e dei Giornalisti

Mediazione: a Napoli, intesa tra gli Ordini dei Commercialisti e dei Giornalisti

Mediazione: a Napoli, intesa tra gli Ordini dei Commercialisti e dei Giornalisti - Mondo Mediazione


Le controversie saranno trattate nell'Organismo di Mediazione dell'Ordine dei Commercialisti.


Articolo tratto da
Il Denaro, visibile direttamente qui.



Giornalisti e diffamazione: accordo per risolvere i conflitti


REDAZIONE IL DENARO
Sabato 25 Giugno 2011



Napoli, siglata un’intesa fra i due Ordini per trattare le controversie nell’organismo di mediazione istituito dai professionisti del ramo contabile

Nuova intesa per la mediazione civile: Achille Coppola, numero uno dell’Ordine dei commercialisti di Napoli,presenta ieri l’accordo con l’Ordine dei Giornalisti della Campania presieduto da Ottavio Lucarelli, evidenziandone i vantaggi: “L’intesa – dice Coppola – permetterà agli operatori dell’informazione di risolvere i casi di diffamazione a mezzo stampa grazie al nostro organismo di mediazione Medì e ci consentirà di operare nel migliore dei modi. La centralità e l’importanza dei media sono evidenti, l’alleanza con un Ordine qualificato come quello dei giornalisti, ne siamo certi, darà ottimi risultati”.

L’accordo è stato presentato nel corso del convegno sul tema “La procedura di mediazione”, che si è tenuto ieri presso la sede dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili partenopeo.
Anche Vincenzo Moretta, consigliere segretario Odcec Napoli, sottolinea l’importanza dell’accordo: “Abbiamo un ruolo fondamentale nella mediazione dei casi di diffamazione a mezzo stampa. Le prime e più numerose richieste arrivate in tema di conciliazione riguardavano proprio questo argomento: noi siamo pronti, abbiamo dimostrato di avere la possibilità di rispondere nel migliore dei modi alle esigenze dei giornalisti. Punteremo sulla qualità dei mediatori e della struttura dell’organismo”.

Secondo Ottavio Lucarelli “i commercialisti sono stati i primi a recepire i nostri bisogni e le nostre necessità. Poter ricorrere immediatamente alla mediazione e ridurre i tempi della giustizia è un obiettivo che va a vantaggio della categoria”.

Infine, Riccardo Izzo, presidente di Medì e della Commissione Conciliazione dell’Odcec di Napoli, tiene a ribadire che: “Il protocollo di intesa è un importante traguardo, la diffamazione a mezzo stampa è una materia particolarmente indicata per essere risolta in mediazione perché spesso sono i fattori emotivi a determinare il conflitto. I giornalisti avranno un interlocutore che li aiuterà a risolvere la controversia in maniera rapida”.

Presente all’incontro anche Carlo Alemi, presidente del Tribunale di Napoli, che rilancia l’allarme sulla crisi della giustizia. “La giustizia in Italia – afferma il numero uno del Tribunale – sta morendo. Lo Stato non ci mette in condizione di lavorare, da oltre quindici anni non viene indetto un concorso per cancellieri. La condizione è critica – ha continuato Alemi – la strada tracciata in questi anni porta al precipizio. Occorre maggiore attenzione della politica verso la giustizia”
 


commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione