Home » News ADR » Mediatori non si nasce, si diventa

Mediatori non si nasce, si diventa

Mediatori non si nasce, si diventa - Mondo Mediazione

.

.

Corso di Formazione a Battaglia Terme (PD)

.

.

.

.

.

Inserito il 26 Marzo 2012

.

.

.

Notizia tratta da PadovaOggi, visibile direttamente qui.

.

.

.


.

.

.

Mediatori non si nasce, si diventa
.

.

.

C'è chi pensa che si tratti di un procacciatore d'affari, chi di una sorta di giudice di pace, chi ancora dell'ultima "genialata" per fare business. Sulla sua utilità e conformità alla legge, sulle sue reali funzioni e requisiti formativi i giuristi stessi si accapigliano, più o meno fiduciosi, scettici, contrari oppure già, per loro volere o loro malgrado, mediatori.

La mediazione civile e commerciale è molto più di un procedimento giuridico alternativo al processo e reso obbligatorio dalla legge in un ambito molto vasto di materie. Oggi l'essere mediatori è da considerarsi sicuramente una professione, ma prima di tutto bisogna percepirne la missione, in senso spirituale, in senso pienamente umano.

Essere mediatori significa adottare una precisa filosofia di vita, significa imparare a superare (non ad evitare o eliminare) la gretta logica del conflitto e del compromesso. Il mediatore è innanzitutto un uomo, catapultato fin dalla nascita come ogni altro in una realtà arrivista, in cui per soddisfare i propri bisogni occorre affossare quelli dell'altro. Tutto ciò che deve fare il mediatore è imparare a favorire il dialogo, ascoltare, far riflettere sui noccioli della questione (psicologico-affettivi, di relazione) e sul logoramento economico e psico-fisico cui può portare un processo civile ordinario.

L'essere mediatore va perciò ad integrarsi con la propria personalità e con il proprio iter scolastico o professionale, valorizzando le competenze e le peculiarità di ognuno.

Si può certo ritenere la mediazione utopica e le sue basi ancora troppo teoriche. Ma non si può ignorare il successo che tale strumento ha conosciuto in altri paesi e nemmeno l'impatto che esso avrebbe su un sistema economico già in crisi, se usato con consapevolezza e uno sforzo unanime e collettivo. Non si può negare neanche l'esistenza di validi strumenti di supporto alla mediazione, quali le tecniche di negoziazione o la comunicazione assertiva.

commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione