Home » News ADR » In lite per affitti non pagati, il Mediatore risolve il caso

In lite per affitti non pagati, il Mediatore risolve il caso

In lite per affitti non pagati, il Mediatore risolve il caso - Mondo Mediazione

Resoconto di un caso affrontato e risolto a Reggio

Articolo tratto da PortaledellaMediazione, visibile direttamente qui.

In lite per affitti non pagati, il mediatore risolve il caso.

Lunedì 20 Febbraio 2012

Gazzetta di Reggio

Tiziano Soresina

Pochi giorni per trovare la soluzione sul mancato pagamento per molti mesi dei canoni d’affitto di un’abitazione e costi contenuti per le due parti in lite: è un caso affrontato e risolto a Reggio, davanti ad un organismo autorizzato, tramite la mediazione.

Da una parte una pensionata (rimasta vedova) che ha concesso in affitto un appartamento di sua proprietà – nel quartiere Regina Pacis – ma che si è ritrovata con diversi affitti da riscuotere, l’imposta di registro a carico dell’affittuario non ricevuta, nonché spese condominiali già anticipate dalla proprietaria perché sollecitate dall’amministratore di condominio. Dall’altra due sposini con un figlio che dicono di non riuscire a pagare l’affitto non per negligenza ma a causa delle condizioni di lavoro precario del marito.

La proprietaria dell’appartamento, non riuscendo a sbloccare la situazione, si rivolge al proprio consulente per presentare la domanda di mediazione alla Camera di commercio. Gli incontri con il consulente sfociano nella soluzione: viene concesso agli sposini una dilazione di pagamento sul pregresso e la richiesta di pagare il canone di locazione ordinario alla data stabilita nel contratto medesimo.

Ma sorgerà un ulteriore problema. La coppia non riesce a far fronte ai pagamenti, che avvengono a singhiozzo. La proprietaria dell’immobile chiede al consulente cosa si può ancora fare, anche perché nel frattempo, oltre alle spese condominiali, ha dovuto pagare le imposte e le tesse relative all’imponibile dei canoni non percepiti e quelle che gravano sull’immobile. Un nuovo problema che entrambe le parti delegano, per la soluzione, sempre allo stesso consulente di fiducia. E sempre in poco tempo arriva l’ennesima svolta: viene redatto un nuovo contratto d’affitto, visto che quello in essere non risultava essere su misura per le due parti, tenendo conto delle necessità e tutelando entrambi. Il nuovo contratto di locazione ha tenuto conto dell’esigenza di transitorietà del conduttore, visto che il luogo di lavoro è dislocato in un’altra città della nostra regione ed è a tempo determinato. All’affittante è stata presentata la garanzia di una terza persona per tutta la durata contrattuale. Il tempo servito per arrivare ad una conclusione è stato di pochi giorni per l’avvio e il verbale di accordo di mediazione e di alcuni incontri per valutare la post-procedura. I costi sono stati contenuti e predeterminati, quindi nessuna sorpresa sul conto finale. Per la domanda di mediazione riferita alla trattativa sono sttai spesi poco più di 300 euro da ciascuna parte, oltre alle previste agevolazioni fiscali.


commenti (6)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione