Home » News ADR » Il 30% dei Giudici lavora più del dovuto

Il 30% dei Giudici lavora più del dovuto

Il 30% dei Giudici lavora più del dovuto - Mondo Mediazione


Un'analisi del CSM che evidenzia anche i benefici e fondamentali effetti della Mediazione Civile



Articolo tratto da
Il Denaro, visibile direttamente qui.



Indagine del Csm: il 30% dei giudici lavora più del dovuto


Giovedì 28 Luglio 2011
Redazione de Il Denaro



Ben il 30 per cento dei magistrati italiani lavora più del dovuto: è quanto emerge da una ricerca della Quarta Commissione del Consiglio Superiore della Magistratura, che ha approntato un nuovo sistema di valutazione della produttività dei giudici sia nell’ambito penale che civile. La ricerca riguarda un campione di 575 magistrati nel periodo marzo – giugno 2011.

La ricerca del Csm, secondo il vice presidente dell’organo di autogoverno della magistratura Michele Vietti, “sfata il luogo comune secondo cui il magistrati italiani non lavorano. Purtroppo spesso lo fanno in condizioni particolarmente difficili dovute alla disorganizzazione degli uffici, a sua volta frutto della cattiva distribuzione sul territorio”.

Secondo il Csm il motivo principale della lentezza della giustizia civile in Italia è l’altissimo numero di cause iscritte a ruolo ogni anno, in un trend sempre crescente: 4,3 milioni nel 2007, 4,6 milioni nel 2008 e 5 milioni nel 2009. Di queste cause, solo il 44 per cento arriva a sentenza. Per contro i risultati dell’introduzione della mediazione obbligatoria dopo tre mesi indicano che cresce il numero di mediazioni e il 70 per cento degli incontri si chiude con un accordo, senza dunque andare a ingolfare la macchina giudiziaria.
 

commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione