Home » News ADR » Giudici onorari e rinvii: appello al ministro Guardasigilli

Giudici onorari e rinvii: appello al ministro Guardasigilli

Giudici onorari e rinvii: appello al ministro Guardasigilli - Mondo Mediazione


 L'appello del Presidente dell'ANPAR, Giovanni Pecoraro, sui rinvii alla Corte di Giustizia Europea o alla Corte Costituzionale riproposto dal sito Il Denaro



Articolo tratto da Il Denaro, visibile direttamente qui.



Giudici onorari e rinvii: appello al ministro Guardasigilli


Mercoledì 26 Ottobre 2011
di Elena Notari
*

I giudici di pace, chiamati a decidere su cause minori sia in ambito civile che penale, attualmente non si impegnano a chiedere di tentare una conciliazione ex articolo 322 del Codice di procedura civile, ma rimandano semplicemente la questione alla Corte di Giustizia Europea o alla Corte Costituzionale.
E’ evidente che in tal modo non solo si allungano sensibilmente i tempi di giustizia, ma anche i costi per la comunità.
Giovanni Pecoraro, presidente dell’associazione nazionale per l’arbitrato e la conciliazione (in sigla Anpar), pertanto, rivolge un appello al Ministro della Giustizia per sapere quali provvedimenti adottare in tale situazione di evidente disagio. A Palermo, Parma, Catanzaro e Mercato San Severino i giudici di pace hanno sollevato la richiesta di un giudizio sull’obbligatorietà della mediazione, che, come ben noto, pende già davanti alla Corte Costituzionale da parte del Tar Lazio.
E’ noto che non pochi giudici di pace non assolvono al loro precipuo compito di verificare se all’atto del conferimento dell’incarico al legale, l’informativa, sia stata rilasciata e consegnata al cliente come previsto dall’art. 4 del D. Leg.vo 28/2010. I giudici ordinari, nel rispetto dell’art 5 del citato decreto rimandano, invece, le parti davanti ad un organismo di mediazione, iscritto nel registro tenuto presso il ministero di Giustizia al fine di esperire il tentativo di mediazione. Un caso concreto sarà esemplificativo: un cittadino per recuperare 300 euro ne ha dovuto pagare 1400 per onorari e spese di giudizio nonché e altri 1.400 per la controparte.
Viceversa solo 83 euro sarebbe stato il costo di una mediazione ben condotta. Sono dati di fatto che devono far riflettere.

* avvocato, segretario nazionale A.DI.DO Consumatori

commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione