Home » News ADR » Consulta boccia l'obbligatorietà

Consulta boccia l'obbligatorietà

Consulta boccia l'obbligatorietà - Mondo Mediazione

.

La Consulta esprime il proprio parere sull'obbligatorietà della Mediazione.

.

.

.

.

.

Articolo tratto da Reuters Italia, visibile direttamente qui.

.

.

.

Consulta boccia obbligatorietà mediazione civile

.

.

.

Mercoledì 24 Ottobre 2012

di Roberto Landucci

.

.

ROMA (Reuters) - La Corte costituzionale ha dato oggi un duro colpo agli sforzi del governo di ridurre il contezioso civile, dichiarando illegittima la nuova normativa sull'obbligatorietà del ricorso alla media-conciliazione nelle controversie tra privati prima di andare in giudizio. 

  

Il dispositivo della sentenza è stato annunciato oggi da una nota della Consulta, secondo cui l'illegittimità è dovuta ad un "eccesso di delega legislativa".

  

Lo scorso aprile è scattata l'obbligatorietà della mediazione per la tranche di contenziosi più numerosa, quella su incidenti stradali e controversie condominiali.

  

Sebbene decisa attraverso decreto delegato dal precedente Guardasigilli, Angelino Alfano, l'obbligatorietà era stata salutata con grande favore dall'attuale ministro, Paola Severino, che la citava come una delle misure più efficaci per sfoltire le cause civili.

  

La categoria degli avvocati, che aveva presentato ricorso alla Consulta contro la "privatizzazione della giustizia civile", come ha detto l'Organismo unitario dell'avvocatura, saluta la sentenza come un grande successo.

  

La durata media dei processi civili in Italia è di circa sette anni e i tribunali devono ancora smaltire un arretrato di 5 milioni e mezzo di cause.

  

Un abbassamento del 10% dei tempi del processo civile porterebbe invece ad un ampliamento delle possibilità di investimento, e quindi delle dimensioni delle imprese, dello 0,3%, ha detto Confindustria.

  

Interpellata sulla sentenza della Consulta, la Severino ha detto ai giornalisti che "gli istituti funzionano nel tempo con la pratica, e questo stava iniziando a funzionare. Rimane comunque la mediazione facoltativa, vuol dire che lavoreremo sugli incentivi".

.

commenti (4)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione