Home » News ADR » Conciliazione un'opportunità per risolvere le liti condominiali

Conciliazione un'opportunità per risolvere le liti condominiali

Conciliazione un'opportunità per risolvere le liti condominiali - Mondo Mediazione

Dal prossimo Marzo 2012 le vertenze condominiali entreranno nell'ambito conciliativo




Articolo tratto da Città della Spezia, visibile direttamente qui.



Conciliazione un'opportunità per risolvere le liti condominiali


Mercoledì 1° Febbraio 2012
di Redazione Città della Spezia



La Spezia - Un tribunale meno carico di lavoro, con miglioramento dei tempi di giustizia anche delle vertenze inevitabili e in generale più tempo a disposizione di chiunque, questa la strada indicata dall’istituto della conciliazione.
Cinquecento circa le pratiche in meno, cosa che equivale a un taglio approssimativamente del 25 per cento, peraltro con tanto di decongestionamento dei tribunali e accelerazione della giustizia civile a scanso di penuria di magistrati.
La Immoservizi, società specializzata anche nell’attività di mediazione, ha attivato ad oggi la bellezza di 51 procedimenti nel cui contesto la percentuale di adesione è del 69% con quella di conciliazione al 26. Tempi medi necessari, per giunta, estremamente rapidi alla luce dei 40/45 giorni (entro 30 dalla data di protocollo della pratica il primo incontro) contro i 120 previsti dalla legge come termine massimo. L’importante, per porre la strada subito in discesa, è presentarsi col modulo che si può stampare sul sito-web www.immoservizi.it già compilato. Al resto pensano i mediatori professionisti, specializzati nella materia, di tale società.
Questa è la via, sulla quale ci sarà un ulteriore innesto di pratiche allorché dal prossimo marzo 2012 le vertenze condominiali entreranno nell’ambito conciliativo, nel senso che il tentativo di conciliazione diverrà obbligatorio: a meno che non si voglia incappare nella sanzione della improcedibilità.
Le controversie condominiali iscritte presso il Tribunale della Spezia ammontano a circa 800 ogni anno sulle circa 2000 a tentativo di conciliazione obbligatorio.
Ciò costituisce un’opportunità di risolvere, in sede non contenziosa, quasi il 40% delle cause ad oggi iscritte al ruolo. Se a ciò aggiungiamo le controversie in materia di circolazione stradali , anch’esse obbligatorie nel tentativo di conciliazione dal
Marzo 2011, ecco che mantenendo la percentuale di accordo indicata si prospettano buone possibilità di ridurre il carico di lavoro dei Magistrati di oltre 400/500 cause.
E non si scordi infine che nel caso ci si ritrova davanti a quella che equivale, a omologazione del giudice attuata, a una vera e propria sentenza.


commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione