Home » News ADR » Comunicato stampa del CNF

Comunicato stampa del CNF

Comunicato stampa del CNF - Mondo Mediazione

.

Secondo il CNF è inopportuno reintrodurre l'obbligatorietà della Mediazione

.

.

.

.

.

Articolo tratto da PoliticamenteCorretto, visibile direttamente qui.

.

.

.

Mediazione, CNF: inopportuno reintrodurre l’obbligatorietà. Tutta la disciplina deve essere rivista per essere più funzionale a ridurre l’arretrato civile

.

.

.

Sabato 18 Novembre 2012

Redazione di PoliticamenteCorretto

.

.

Il presidente del Cnf Guido Alpa ha inviato una lettera al presidente delle commissione industria del Senato, Cesare Cursi. “E’ obiettivo primario dell’avvocatura il buon funzionamento della giustizia civile, anche attraverso meccanismi di risoluzione alternativa come le camera arbitrali presso gli Ordini forensi”.

In attesa delle motivazioni con le quali la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale la obbligatorietà della mediazione, è inopportuno reintrodurre la medesima soluzione normativa. “Nello stesso senso, d’altronde, si è espresso il Guardasigilli Severino all’indomani della notizia della sentenza sollevando seri dubbi sull’eventualità di una reintroduzione, con diverso strumento normativo, di un meccanismo appena dichiarato non conforme a Costituzione”.

Il presidente del Cnf Guido Alpa ha inoltrato una lettera al presidente della Commissione Industria del Senato, Cesare Cursi, per esprimere preoccupazione su due emendamenti alla legge di conversione del decreto legge crescita 2.0 (AS 3533, di conversione del d.l. n. 179/2012), all’esame della Commissione.
Si tratta di emendamenti di identico tenore, volti a reintrodurre l’istituto dell’obbligatorietà della mediazione finalizzata alla conciliazione della lite con previsioni del tutto analoghe.
Circostanza che fa propendere per la inopportunità di tali modifiche nella more della motivazione della Consulta.

Il presidente Alpa ha rappresentato al Parlamento come il sistema dell’obbligatorietà disciplinato dal d.lgs. n. 28/2010 presenta ulteriori profili di criticità di natura tecnico-giuridica in relazione al rapporto tra procedimento mediazione e processo civile, che però mettono a rischio anche l’effettivo conseguimento dei giusti diritti dei cittadini.
“Si tratta, in buona sostanza, di una disciplina mal congegnata e poco funzionale allo scopo di deflazione del contenzioso civile che si prefiggeva”.

Nella lettera il presidente Alpa assicura che “l’Avvocatura è profondamente sensibile al tema del buon funzionamento e della ragionevole durata del processo civile - né potrebbe essere diversamente visto il rango costituzionale del ministero della difesa - e che, al fine di contribuire al miglioramento del sistema giustizia, sono allo studio ipotesi di impegno della categoria nella diffusione di meccanismi di risoluzione alternativa delle controversie e segnatamente nella predisposizione di Camere arbitrali presso ciascun Ordine circondariale”.

.

Clicca sul link per scaricare il Comunicato Stampa

.

commenti (1)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione