Home » News ADR » A Marino la Camera di Conciliazione e Arbitrato

A Marino la Camera di Conciliazione e Arbitrato

A Marino la Camera di Conciliazione e Arbitrato - Mondo Mediazione


Destinata alla ricerca di soluzioni stragiudiziali delle controversie



Articolo tratto da Castellinews, visibile direttamente qui.





A MARINO ARRIVA LA CAMERA DI CONCILIAZIONE E ARBITRATO

Gestita dal Centro prevenzione risoluzione conflitti, è destinata alla ricerca di soluzioni stragiudiziali nell'ambito delle controversie che, come da Dlgs 28/2010, devono essere sottoposte a tentativo di mediazione prima di arrivare in Tribunale


Martedì 11 Ottobre 2011
di Redazione



(Marino - Attualità) - Sarà presto operativa al secondo piano dei locali comunali di Palazzo Matteotti, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì (ore 9/13) e martedì e giovedì (ore 15/18), la Camera di Conciliazione e Arbitrato dedicata a privati, enti e aziende, finalizzata alla ricerca di soluzioni stragiudiziali nell'ambito di una vasta serie di controversie aventi natura civilistica e commerciale. È gestita dal Centro Prevenzione Risoluzione Conflitti, ente abilitato dal Ministero della Giustizia e organismo autonomo della Fondazione Centro Studi Telos, interamente partecipata dall'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Roma. «È uno tra i pochi centri di mediazione del territorio – ha detto il Sindaco Adriano Palozzi - predisposto per volontà dell'Amministrazione Comunale in virtù di un protocollo d'intesa sottoscritto nel maggio scorso con il Cprc, perché mettesse a disposizione dei cittadini di Marino e dell'intero territorio dei Castelli Romani, una sede delegata alla conciliazione e all'arbitrato. È una grande opportunità che offre la possibilità di usufruire di un organismo per la mediazione vicino e alternativo al Tribunale di Velletri».

A coordinare il centro di mediazione il responsabile Cprc Marino professor Carlo Moretti, dottore commercialista e presidente Commissione organizzazione e tutela delegazioni Ordine Dottori Commercialisti di Roma. «Come da Dlgs 28/2011 a disciplina ed attuazione della legge di riforma del processo civile – spiega Moretti - le controversie devono, prima di arrivare in Tribunale, essere obbligatoriamente sottoposte ed eventualmente risolte, nell'ambito del procedimento di mediazione, facendo sì che il ricorso al giudice si configuri come extrema ratio. L'esperimento dell'ufficio della mediazione in via preliminare – va avanti - è contemplato per controversie in materia di condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari». «Abbiamo inteso predisporre questo servizio – ha detto ancora il Sindaco – nella certezza che l'istituto della mediazione per le controversie civili e commerciali, possa apportare un notevole vantaggio alla collettività e alle imprese presenti sul territorio, nonché agli stessi servizi comunali. È infatti volto alla riduzione del contenzioso giudiziale e della conflittualità, con un conseguente miglioramento della qualità della vita. Senza peraltro precludere la proposizione di una qualunque azione ordinaria. Per questo abbiamo promosso la sottoscrizione del protocollo d'intesa con il Cprc che, fra l'altro, si impegna ad operare in forma gratuita per i cittadini con reddito familiare minimo. È un nostro piccolo successo del quale auspichiamo, possa giovarne la comunità intera. Un ringraziamento – ha concluso Palozzi – al Servizio Legale e al settore Patrimonio che, con il loro prezioso contributo, hanno reso possibile la predisposizione del servizio».
 

commenti (0)

Contatti

Contatti - Mondo Mediazione

Chi siamo

Chi siamo - Mondo Mediazione

News

News - Mondo Mediazione

Newsletter

Newsletter - Mondo Mediazione